POMARICO, , Provincia di Matera, Basilicata (carta geografica)           

Pomarico (MT) (informazioni su Pomarico) 

 

La ROTATORIA a Pomarico (Provincia di Matera), Basilicata, Italia

Guardate ! Apparentemente il nuovo sistema a delinquere in Italia e la mentalità mafiosa degli attori, permettono ai nuovi Padroni e Padrini di fare anche questo: Con i soldi pubblici italiani (quelli dei contribuenti onesti - quindi dei fessi !), Il 2007 (nonostante la protesta , nonostante la loro variante generale del 1980 e nonostante l'incidente mortale del Sig. Uricchio Antonio), la rotatoria italiana all'ingresso dell'abitazione della Famiglia Uricchio e sulla proprietà acquistata dalla famiglia Uricchio a Pomarico! (Nota: Ma non avevano già presentato il 1980 ai loro cugini potentini la variante generale ? Adesso presenteranno quella generalissima ?)

(Le coordinate: N 40°31'41.59, E 16°31'46.09)

Perchè ?  Forse perchè sono solo dei ladri e dei mafiosi. Sono paesani e materani e l'atto di rubare e di recare danno è forse radicato nel loro DNA.

 

Guardate ancora ! Dopo averci rubato la proprietà che avevamo acquistato a Pomarico (Provincia di Matera) Basilicata, e dopo averci messo in gravissimo pericolo con l'ammodernamento italiano, nonostante la famosa "variante generale" (pensate: i soldi pubblici in queste zone non solo li rubano spudoratamente -  No ! li usano anche per fare dispetti e per commettere reati !)

 

Intanto: L'attuale "Sindaco" di Pomarico , Giuseppe Casolaro, viene sbattuto con la testa sul problema di sicurezza stradale, che si è venuto a creare dovuto all'ammodernamento della Strada Provinciale in casa Uricchio.

E reagisce con un sopralluogo straordinario e l'accertamento all'italiana !

Si, guardate ! Il  Signore che vedete sul filmino in basso, è l'attuale Sindaco di Pomarico ( Rieletto il 2009 !). Ad Agosto del 2005 ha già inscenato, da tipico mafioncello di queste zone,  un atto degno di un giullare di Corte. Difende l'ammodernamento della Strada Provinciale Italiana a Pomarico, difende l'operato del Padrino Mancini e della sua banda di ladri,  minaccia apertamente il Signor Uricchio Paolo (perchè Paolo Uricchio osa protestare con gli striscioni - contro i furti dell'amministrazione e contro i reati commessi dalle varie amministrazioni del passato e dai tecnici della zona, con il pericolo creato in casa loro !), ordina il 2005 anche la ricognizione dei fabbricati della famiglia Uricchio a Pomarico (nota: ma la variante generale del 1980 che fine ha fatto ?), saluta poi i suoi amici seduti davanti al Chiosco e gli spettatori delle case sociali,  passeggia comodamente sulla "Strada Provinciale Ammodernata" per darne personalmente esempio della sicurezza stradale, derivante dall'ammodernamento italiano. Per completare la beffa, chiama con il suo cellulare ,il Prefetto di Matera per informarlo della protesta civile di un cittadino esasperato. " Sig. Prefetto ? Qui radio liberty di Pomarico ! Non ne possiamo più ! Aiuto ! Non è giusto incassare solo lo stipendio, come faccio io ! Venga a dare l'espatrio definitivo e incondizionato a questo emigrato rimbambito, che rompe le uova nel nostro bel paniere per reclamare diritti e sicurezza !

 

E reagisce ,naturalmente, successivamente anche con un'ordinanza Sindacale. Leggete !

Comune di Pomarico, Provincia di Matera

Proto. n. 5451, Ordinanza No. 17/2005

Il Sindaco

Vista la nota n. 8668/220.5 del 28.08.2005 della Polizia di Stato di Matera e la nota n. 36054/13.12 Gab. F. 5269 del 30.08.2005 della Prefettura di Matera con le quali, a seguito di esposto del Sig. URICCHO Paolo, comunicano  necessità di rivedere le fermate pullman  di linea e trasporto urbano lungo la strada Provinciale (n.d.r. quella ammodernata !) adiacente il Q.Re. A. Moro poichè creano pericolo per la sicurezza e  circolazione stradale (n.d.r. visto che il Sindaco di Pomarico è stato sbattuto con la testa sul problema, stordito, gli è poi venuta in mente, insieme ai paesani materani e ai suoi cugini potentini,  la rotatoria italiana!)  Sentite, altresì , le numerose lamentele da parte dei genitori degli alunni che frequentano le Scuole Superiori nella Città di Matera in merito alla pericolosità della strada Provinciale, nella sopra citata zona (zona 167 !), priva di salvagente salita autobus,

Considerato che questa Amministrazione, unitamente all'amministazione Provinciale di Matera, ha attivato un progetto (la rotatoria !) per una sistemazione definitiva (i lavori sono terminati !) con canalizzazione del traffico ed isole pedonali per rallentare la velocità in detta zona, mettendola in sicurezza (!)

Vista l'Ordinanza Sindacale n. 10/99 del 7.4.1999, attualmente in vigore, che disciplina il percorso e le fermante dei pullman;

Ritenuto oportuno provvedere in merito al fine di eliminare quanto segnalato e ad eliminare i pericoli sopra citati nonchè modificare la precedente Ordinanza (..nota: e dalla !)

Sentito in merito i Responsabili dei Servizi Tecnici (Pignatelli !) e di Vigilanza (La Capra - Michele Tudisco !) che hanno espresso parere favorevole,

Visto il Nuovo Codice della Strada e relativo Regolamento di Esecuzione;

Visto il Decreto Legislativo n. 267 del 18.8.200; (?)

ORDINA

Con decorrenza immediata, in via del tutto eccezionale, in fase sperimentale ed a parziale modifica della precedente Ordinanza:

1.) Vietare la fermata e la sosta dei pullman lungo la Strada Provinciale nelle adiacenze dell'entrata ed uscita del Q.re. A. Moro.

2.) Disporre che le fermate dei pullman vengano così modificate:

a.) Direzione di marcia centro abitato - Matera:

devono entrare nel Q.re. A. Moro, effettuare la fermata per gli utenti dove si trova un adeguato marciapiede, (oppure questo, o quest'altro - tanto sono tutti uguali !) senza intralciare la circolazione, ed uscire dallo stesso Quartiere per poi proseguire in direzione Matera;

b.) direzione di marcia Matera - centro abitato:

devono eseguire la fermata per gli utenti nella zona, attualmente delimitata con zebratura in prossimità degli accessi (entrata-uscita) del Q.re. A. Moro, sufficientemente idonea a non intralciare la circolazione dei veicoli in transito sulla strada provinciale per poi proseguire in direzione centro abitato Pomarico.

L'ufficio Polizia Municipale e l'ufficio Tecnico, ognuno per quanto di competenza, sono incaricati di apporre la relativa segnaletica (n.d.r. mamma mia !)

Notificare copia alle Ditte Liscio e Grassani. 

Gli Agenti della F.P. sono incaricati dell'osservanza della presente ordinanza.

Dalla Residenza Municipale, lì 15. Set. 2005 

Il Sindaco Giuseppe Casolaro (firma !)

Timbro: Comune di Pomarico (Provincia di Matera)

 

E, visto che il loro capo è partito in quarta, adesso si aggiungono i "tecnici" di queste zone.

 

Che comunicano ufficialmente ! (la mattanza non ha limiti !) Però, scusate, questa è la nuova "politica" in Italia e questi sono i nuovi parassiti al potere. 

Il tecnico comunale, Giacomo Antonio PIGNATELLI,  scrive:

Comune di Pomarico,Provincia di Matera, Servizio Urbanistica e LL.PP., Prot. 2507

04. Maggio 2007

Allo Studio Legale Zini, P. Marconi, 1 - 42016 Guastalla (RE)

Oggetto: Sig. Paolo Uricchio/Comune di Pomarico-Provincia di Matera

In riferimento alla Vs. nota del 23 aprile 2007 (nota ! Ulteriore diffida), pervenuta al protocollo di questo ente in data 2 maggio 2007 prot. 2507, Vi comunichiamo che l'intervento di Sicurezza Stradale in zona "Serre", consistente di lavori per la costruzione di una rotatoria per il disciplinamento del flusso veicolare da e per il quartiere A. Moro, viene attuato, come chiaramente emerge dall'allegata relazione della Direzione Lavori, esclusivamente sulla sede della strada provinciale Pomarico-Matera, oramai esistente e in esercizio da decenni, su autorizzazione dell'ente proprietario della strada stessa e , dunque, senza alcuna violazione dei diritti soggettivi del Vs. assistito.

Per quanto attiene allo strumento urbanistico comunale, facciamo presente che è in fase di redazione il Regolamento Urbanistico che verrà prossimamente adottato dal Consiglio Comunale.

Si coglie l'occasione per salutare cordialmente.

Il Responsabile del Servizio (arch. Giacomo A. Pignatelli)

 

La comunicazione in alto:

 

COMUNE DI POMARICO
(Provincia di Matera)

SERVIZIO URBANISTICA E LAVORI PUBBLICI

Prot. No. 2639      data: 4 maggio 2007

 

Oggetto: Lavori di realizzazione di interventi di sicurezza stradale.

 

L'intervento di sicurezza stradale previsto nella Zona Serre dell'abitato del Comune di Pomarico, che prevede sostanzialmente a costruzione di una rotatoria ed isole direzionali di disciplinamento del traffico veicolare in entrata ed in uscita dal Quartiere A. Moro, sarà realizzato interamente ed esclusivamente sulla sede della Strada Provinciale Pomarico-Matera.

Detti lavori sono stati espressamente autorizzati al Comune di Pomarico dall'Ente proprietario della suddetta strada con nulla - osta del 27.10.2006 prot. n. 36991.

Si precisa che detti lavori,  resisi necessari anche a seguito di incidenti verificattisi nelle vicinanze, obbligheranno i veicoli in transito nella zona a rallentare drasticamente la velocità, garantendo sicurezza agli abitanti del quartiere e delle abitazioni limitrofe.

Il Direttore dei Lavori, geom. Michele CAVALIERI

Provincia di Matera - Area Tecnica - Settore Viabilità

Prot. N. 16705

Matera, 08 Mag. 2007

Oggetto: Sig. Paolo URICCHIO / Comune di Pomarico - Provincia di Matera

Allo Studio Legale ZINI, Piazza Marconi, 1, 42016 Guastalla (RE)

e, p.c.  Al Comune di 75016 Pomarico (MT)

Al Sig. URICCHIO Paolo, Quartiere A. Moro, snc

70016 Pomarico (MT)

In riferimento alla nota di Codesto Studio Legale, acquista agli atti il 02/05/2007 al n. 16006, si comunica che questo ufficio ha rilasciato nulla-osta al Comune di Poamrico per l'esecuzione delle opere occorrenti alla realizzazione di una rotatoria, antistante il quartiere Aldo Moro lungo la traversa interna all'abitato di Pomarico della S.P. Pomarico - Baracche, e che tali opere ricadono esclusivamente sulla sede stradale e sue pertinenze (Nota: Non si riesce a capire su quale base questo "ente" materano avanza delle pretese tramite i suoi "tecnici corrotti e mafiosi)

Essendo la Provincia di Matera estranea all'esecuzione dei lavori in narrativa per ogni eventuale richiesta o chiarimenti in merito Codesto Studio Legale potrà rivolgersi al Comune di Pomarico.

Il Responsabile di P.O. (Ing. Giuseppe GAUDIANO) Firma e Timbro

Istr.: Michele De Simmeo , Firma , Tel. 0835 306272 (Nota: Ogni pratica una tangente !)

 

 

PROVINCIA DI MATERA

Area tecnica - Settore Viabilità

Prot. N. 16705,      Matera, 08. Mag. 2007

Oggetto: Sig. Paolo URICCHIO / Comune di Pomarico    - Provincia di Matera

Allo Studio Legale ZINI, Piazza Marconi, 1

42016 Guastalla (RE)

e.p.c.  Al Comune di  75016 Pomarico (MT)

         Al Sig. URICCHIO Paolo, Quartiere A. Moro, snc, 75016 Pomarico (MT)

In riferimento alla nota di Codesto Studio Legale, acquisita agli atti il 02/05/2007 al n. 16006, si comunica che questo ufficio ha rilasciato nulla-osta al Comune di Pomarico per l'esecuzione delle opere occorrenti alla realizzazione di una rotatoria, antistante il quartiere Aldo Moro lungo la traversa interna all'abitato di Pomarico della S.P. Pomarico - Baracche, e che tali opere ricadono esclusivamente sulla sede stradale e sue pertinenze.

Essendo la Provincia di Matera estranea all'esecuzione dei lavori in narrativa per ogni eventuale richiesta o chiarimenti in merito Codesto Studio Legale potrà rivolgersi al Comune di Pomarico.

Il RESPONSABILE DI P.O.

(Ing. Giuseppe GAUDIANO)

 

E guardate cosa hanno combinato a Pomarico:

(Le coordinate: N 40°31'41.59, E 16°31'46.09)

La rotatoria italiana ! Avete mai visto realizzare in Italia una rotatoria all'ingresso di un'abitazione privata ? Con l'obbligo di svoltare a destra e quindi in casa Uricchio ? Dove gli automobilisti ci passano comodamente a 100 km all'ora ?

Succede a Pomarico, in Provincia di Matera, Basilicata, Italia

Guardate !

 

 

Nonostante ciò, il Sindaco pagliaccio di Pomarico, Giuseppe Casolaro , denuncia il Sig. Uricchio Paolo. Il Sig. Uricchio viene condannato dal Giudice Savino - quello di Matera, quello che scrive a zampa di gallina - e costretto a dover presentare ricorso alla Corte di Appello di Potenza.

CORTE DI APPELLO DI POTENZA - SEZIONE PENALE - REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

L'anno 2016 il giorno 12 del mese di febbraio

la Corte in persona dei magistrati:

-dott. Vincenzo AUTERA, Presidente

-dott Alberto IANNUZZI, Consigliere

- dott. Rocco PAVESE, Consigliere relatore

con l'intervento del Pubblico Ministero rappresentato dal Sostituto Procuratore Generale della Repubblica dott. Modestino ROCA e con l'assistenza del Cancelliere sig.ra Annina FERRARA ha pronunciato la seguente

SENTENZA

nella causa penale a carico di 

URICCHIO Paolo nato il 24.01.1954 a Pomarico, dom.to c/o lo studio dell'Avv. Fabiano SANCHIRICO da Matera libero contumace

custodia cautelare: negativa

Parte civile:

CASOLARO Giuseppe, nato a Pomarico il 13.11.1962, Proc. Spec. Avv. Francesco MUTIDIERI da Matera (questo e il Casolaro li continuate il 2016/2017 a pagare voil !!!)

appellante

contro la sentenza del Tribunale di Matera in composizione monocratica (nota: zampa di gallina del dott. Savino!) in data 17.12.2013, con la quale il predetto 

IMPUTATO

del reato p.e.p. di cui all'artt. 595 co. 1 e 3 c.p., poichè, comunicando con più pesone e mediante il sito internet www.uricchio.de, offendeva l'onore e la reputazione di Casa Giuseppe, Sindaco p.t. all'epoca dei fatti del Comune di Pomarico, diffondendo uno scritto contenendo le affermazioni di seguito riportate: "I Sindaci di Pomarico i nuovi Padroni e Padrini in Italia" (titolo e, nel prosieguo, riferendosi a Casolaro Giuseppe) "nel 2004 (in carica tutt'oggi) : Eletto un nuovo Sindaco per Pomarico (con l'aiuto del Padrino), un Sindaco che minaccia allegramente (.. ti farò pentire di esser un cittadino di Pomarico !), un Sindaco che, insieme ai suoi tecnici, progettata rotatorie e pericoli. Quello che nel 2007 continua a sperperare danaro pubblico e continua a giocare in maniera allegra con la vita dei cittadini e dei restanti membri della famiglia Uricchio. Il Sindaco che, p.e. delle diffide di avvocati, dei diritti, della Legge e della violazione di domicilio se ne sbatte comodamente. Scrive ordinanze sindacali stupide ed ordina la ricognizione dei fabbricati della famiglia Uricchio a Pomarico, invece di accatastare la propria villa in campagna per la quale non ha mai pagato un centesimo di ICI. Questa villa per volontà politica, viene sempre descritta al diminutivo come "casetta di campagna" .. ad agosto 2005 ha inscenato un atto degno di un giullare di corte ... questo signore, come tantissimi altri, è stato sistemato dal Mancini nel Comune con il nuovo sistema a delinquere in Italia, la partitocrazia Italiana.... Giuseppe Casolaro, alias "Colombo"

In Pomarico, acc. il 23.09.2009 (data della querela)

VENIVA DICHIARATO

responsabile e per l'effetto condannato alla pena della multa pari ad euro 1.000 oltre al pagamento delle spese processuali. Dichiarata la responsabilità civile dell'imputato nei confronti della costituita parte civile, rimettendo la liquidazione alla competente autorità giudiziaria civile; condannato al pagamento delle spese del giudizio in favore della controparte,liquidate in complessivi euro 1.500 oltre accessori

OMISSIS  P.Q.M.

Letti agli artt. 605 e 595 c.p.p., in riforma della sentenza del Tribunale di Matera in data 17.12.2013, appellata da Uricchio Paolo, dichiara la nullità della sentenza ed ordina trasmettersi gli atti al Tribunale di Matera per nuovo giudizio.

Fissa in giorni 60 il termine per il deposito della motivazione,.

Potenza, 12.2.2016

Il Consigliere estensore, dr. Rocco Pavese - Il Presidente, dr. Vincenzo Autera

Il presente estratto conforme vale anche quale avviso deposito ai sensi dell'art. 548 c.p.p.  - Potenza, 26.04.2016 , Il Funzionario Giudiziario, dottoressa Cesira M. Padula

n. 87/16 sen. CdA, n. 135/15 RG CdA

2547/09 r.g.n.r. - Procura di Matera, depositata in Cancelleria il 07. Aprile 2016

Il Cancelliere, Il Funzionario Giudiziari, Pasqualino CORDISCO

 

THE NEW LAND OF CONFUSION

La segnaletica a Pomarico !

 

 

Opera pubblica in Italia: p.e. AMMODERNAMENTO No. 03

Se le opere architettoniche pubbliche sono lo specchio di una comunità, di una società, oppure di un sistema politico, in Basilicata siamo proprio nella merda più assoluta !

Una  sentenza della Corte di Cassazione dice, tra l'altro:...

valutazione che va previamente compiuta dall’amministrazione (!) e si sostanzia, appunto , nell'atto di dichiarazione di pubblica utilità dell'opera...

Però visto che non bastano gli atti vessatori, l'ostruzionismo e gli atti di saccheggio contro la Proprietà e contro la famiglia Uricchio a Pomarico, adesso, 2007,, se uno osa addirittura protestare in queste zone di MAFIA PUBBLICA, che l'avvocato del Sig. Uricchio definisce diplomaticamente "...assoluta anarchia amministrativa!, .... Gli attori e protagonisti di queste zone, sempre l'architetto PIGNATELLI & Company (i nuovi Padroni e Padrini in Italia. I nuovi ladri e mafiosi),  ripartono ancora una volta all'attacco e nel 2007 disegnano un nuovo piano per la "SICUREZZA STRADALE" a Pomarico, in Basilicata, Italia -   e realizzano - senza alcuna comunicazione e lasciando il bene della famiglia Uricchio indefinitamente e sciaguratamente all'accesso di chiunque, la rotatoria italiana in casa Uricchio !

GUARDATE e spalancate gli occhi voi stessi..... Con i soldi pubblici italiani (i soldi provenienti dal principio di  Sussidiarieta dell'attuale sistema  ! Si potrebbe aggingere: Ma quanto sono fessi chi  gli assegna questi fondi, senza controllarne il risultato !) e nonostante una perizia giudiziaria a sfavore (costata al Sig. Uricchio 8 milioni di lire !)  e diffide da parte dei nostri legali di non intervenire più sui luoghi (la rimanenza !) di proprietà della famiglia URICCHIO a Pomarico

Il  "Sindaco e i suoi amici" se ne sbattono.  Guardate cosa ci stanno costruendo adesso (06/2007) con i soldi pubblici italiani in casa nostra a Pomarico:  La rotatoria !  Così ci bloccano completamente l'entrata in casa e aumentano a dismisura il pericolo !  Clicca quì !   Mentre.... il CHIOSCO dell'amico e le CASE SOCIALI.... - di fronte alla proprietà URICCHIO -  non si toccano ! Anzi, ci vuole assolutamente anche il parcheggio: Davanti casa e sulla "strada interna". Guardate ! (Le foto verranno inserite nei prossimi giorni !

E tutto questo lo stanno realizzando quì:

tra le Case sociali e CASA URICCHIO  Clicca quì !

 

 

  Clicca quì !   

Guardate per favore  la foto in basso! Questi sono alcuni tecnici della Provincia di Matera e del Comune di Pomarico, tra questi c'è l'attuale (2009) assessore ai lavori pubblici. La "commissione sta discutendo come e dove realizzare questa bella rotatoria italiana.

Ed ecco Il risultato:

2007/ In basso : Rotatoria realizzata  a Pomarico (Provincia di Matera) dal Sindaco e "dall'ufficio tecnico"  all'ingresso dell'abitazione della famiglia Uricchio e sulla proprietà acquistata dalla famiglia Uricchio a Pomarico.

 

(Le coordinate: N 40°31'41.59, E 16°31'46.09)

La foto in basso: La rotatoria italiana in Basilicata e il Sindaco Casolaro !

Ricordiamo: Per non lasciare il bene del privato indefinitamente alla vicenda ablatoria !

Scenata ad Aprile  del 2011 sulla rotatoria a Pomarico (Im Süden Nichts Neues !)

Tra breve un nuovo filmino: 

Il Sindaco di Pomarico, Giuseppe Casolaro, difende a torso nudo la "Strada Provinciale italiana ammodernata"

Però non se ne fregano ! Ormai è rimasta solo la parola come forma di protesta !

 

Per fare tutto questo hanno anche presentato un progetto e chiesto altri fondi:

 

COMUNE DI POMARICO

PROVINCIA DI MATERA - SERVIZIO URBANISTICA E LL.PP.

PROGETTO DI REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI SICUREZZA STRADALE

Finanziamento: art. 32 Legge 144/1999, D.M. Infrastrutture n. 938 del 02.02.2002 e Bilancio Comunale

PROGETTO ESECUTIVO

Committente: Comune di Pomarico

Progetto: Ufficio Tecnico Comunale

Sito: Centro Urbano

Importo:  € 50.000,00

Data: Marzo 2006

Tav. 2 - PLANIMETRIA SVINCOLO NEL QUARTIERE ALDO MORO (Nota: Zona per la Legge 167)

Il Progettista ( geom. Michele Cavalieri)     Il responsabile del procedimento (arch. Giacomo Antonio Pignatelli) - Firme

Nota: Sul piano non esiste, però la hanno realizzata ! Una piazzola all'ingresso dell'abitazione della Famiglia Uricchio a Pomarico, per segregarci in casa ? Hanno presentato la variante ?

Tutto il terreno della zona per la Legge 167 a Pomarico non era edificato. È stato rubato dai nuovi Padroni e Padrini al cattivo Latifondiario Alfredo de Pascale, al Sig. Taurisano e a tanti altri cittadini. Quanta energia criminale ci è voluta per arrivare a questo risultato a Pomarico, in Basilicata ?

More info ? Go to our web-site www.uricchio.de

Ecco in alto il  disegno che hanno presentato per costruire la rotatoria in base alla
Legge 144/1999, art. 32. Osservate per favore, che in base al disegno la
rotatoria sta a 150 metri dall'abitazione. In realtà la hanno poi realizzata
proprio all'ingresso dell'abitazione. La piazzola all'ingresso
dell'abitazione con le indicazioni direzionali "Matera" e "Potenza" sul
progetto che hanno presentato non esiste proprio, però la hanno realizzata.
Hanno presentato successivamente una variante ? Questi sono dei veri reati !
Perchè qui collaborano i tecnici, il Sindaco e alcuni politici e politicanti
in Basilicata.

2014:

La foto in basso è tratta da Google Earth e rispecchia la situazione reale dei luoghi il 2014. (Le coordinate: N 40°31'41.59, E 16°31'46.09):

Naviga ! Usa Google Street View ! Vedrai il macello che ha combinato questa gestaglia a Pomarico, in Basilicata ! E sono tutti al loro posto, tutti decorati ! Perche ? Perchè non succede niente !

Fonte:

Il 16 Aprile 2014, il Procuratore di Matera, D.ssa Celestina Gravina, non ha inteso presentarsi alla Commissione Parlamentare per la lotta contro le Mafie venuta a Matera espressamente per interrogarla. "Impegni precedentemente assunti", così ha motivato Celestina Gravina, un magistrato che suscita imbarazzanti (ed esplicite considerazioni) da parte della Direzione Nazionale Antimafia, di 16 Senatori della Repubblica in una formale interrogazione al ministro della giustizia, denna diresione Distrettuale Antimafia di Potenza, del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Matera, di numerosi avvocati e di molti cittadini lucani.

 

Leggi tutto ! Guarda il filmino su YouTube ! Clicca qui !

 

 

La foto In basso:

Situazione ingresso: Anno 2014, dove il Vigile Urbano, Antonio DONNOLI, il 2013 prende anche a calci i birilli per la sicurezza della famiglia Uricchio e denuncia Paolo Uricchio per averlo minacciato.

Una rotatoria davanti a casa «Ora non ho più un’uscita»

Gli costruiscono la rotatoria davanti al passo carraio, classificando il passaggio poi come abusivo. Non ci credeva, ma quando Uricchio poi si è accorto che il Comune del Caso Raro faceva sul serio, con l'aiuto della Provincia di Matera, gli hanno detto che la Strada Provinciale 176 ammodernata non bastava, allora quell'emigrato rimbambito ha capito che la nuova viabilità non era uno scherzo.

 

 

La constituzione italiana non la leggono e non la rispettano in queste zone, perchè è solo carta da culo.

La legge stessa la interpretano da sempre a modo loro.

La legge dice:

                                 Legge 17 maggio 1999, n. 144

"Misure in materia di investimenti, delega al Governo per il riordino degli incentivi all' occupazione e della normativa che disciplina l' INAIL, nonche' disposizioni per il riordino degli enti previdenziali"

pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 118 del 22 maggio 1999 - Supplemento Ordinario n. 99

Art. 32.

(Attuazione del Piano nazionale della sicurezza stradale).

1. Al fine di ridurre il numero e gli effetti degli incidenti stradali ed in relazione al "" Piano di sicurezza stradale 19972001 " della Commissione delle Comunita' europee, il Ministero dei lavori pubblici, sentito il Ministero dei trasporti e della navigazione, definisce il Piano nazionale della sicurezza stradale che viene approvato dal CIPE. 2. Il Piano consiste in un sistema articolato di indirizzi, di misure per la promozione c l'incentivazione di piani e strumenti per migliorare i livelli di sicurezza da parte degli enti proprietari e gestori, di interventi infrastrutturali, di misure di prevenzione e controllo, ti dispositivi normativi e organizzativi, finalizzati al miglioramento della sicurezza secondo gli obiettivi comunitari. 3. Il Ministro dei lavori pubblici con proprio decreto, di concerto con i Ministri dell'interno, dei trasporti e della navigazione, della pubblica istruzione e della sanita', definisce gli indirizzi generali del Piano e le linee guida per l'attuazione dello stesso, da sottoporre al parere delle competenti Commissioni parlamentari, anche ai fini della determinazione dei costi e della loro ripartizione. Il Piano viene attuato attraverso programmi annuali predisposti dal Ministro dei lavori pubblici, approvati dal CIPE. Il Piano viene aggiornato ogni tre anni o quando fattori particolari ne motivino la revisione. 4. Per il finanziamento delle attivita' connesse all'attuazione del Piano nazionale della sicurezza stradale, la misura del 5 per cento, fissata dall'articolo 2, comma 1, lettera x), della legge 13 giugno 1991, n. l90, e' elevata al 15 per cento. I relativi, importi sono inclusi, a titolo di anticipazione, nello stato di previsione della spesa del Ministero dei lavori pubblici, per la somma corrispondente al consuntivo dell'esercizio precedente, commisurato all'aliquota percentuale come sopra elevata. 5. Gli interventi di sicurezza stradale sulla rete individuata ai sensi del comma 2 dell'articolo 3 del decreto legislativo 26 febbraio 1994, n. 143, per le finalita' previste dal Piano nazionale della sicurezza stradale, sono realizzati con i finanziamenti previsti nell'ambito degli accordi di programma di cui al comma 3 dell'articolo 3 del decreto legislativo 26 febbraio 1994, n. 143. All'onere relativo alla redazione ed all'attuazione del Piano nazionale della sicurezza stradale, pari a lire 17.000 milioni annue a decorrere dall'anno 1999, si provvede mediante corrispondente riduzione dello stanziamento iscritto, ai fini del bilancio triennale 1999-2001, nell'ambito dell'unita' previsionale di base di conto capitale " Fondo speciale" dello stato di previsione del Ministero del tesoro, del bilancio e della programmazione economica per l'anno l999, allo scopo parzialmente utilizzando quanto a lire 12.200 milioni l'accantonamento relativo al Ministero dei lavori pubblici e quanto a lire 4.800 milioni l'accantonamento relativo al Ministero dei trasporti e della navigazione.

6. Il Ministero dei lavori pubblici verifica annualmente lo stato di attuazione del Piano e la coerenza degli interventi per la sicurezza stradale con le finalita' e gli indirizzi del Piano nazionale della sicurezza stradale. I risultati della verifica vengono inseriti nella relazione al Parlamento prevista dall'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285.

Quindi: A Pomarico, in Provincia di Matera hanno rubato altri fondi -  (I vostri soldi ! Ma siete davvero tanto ignoranti e fessi da continuare a darglieli e ad approvare i loro "piani urbanistici" ?) hanno speso questi altri soldi al fine di...

"Al fine di ridurre il numero e gli effetti degli incidenti stradali ed in relazione al "" Piano di sicurezza stradale 1997 / 2001 "

è davvero una barzelletta italiana. E il giudice Materano non vede, il Prefetto è cieco, Il Ministro dell'interno è assente.

Fonte: YouTube, Clicca quì, leggi tutto e guarda la registrazione !

Il 16 Aprile 2014, il Procuratore di Matera, D.ssa Celestina Gravina, non ha inteso presentarsi alla Commissione Parlamentare per la lotta contro le Mafie venuta a Matera espressamente per interrogarla. "Impegni precedentemente assunti", così ha motivato Celestina Gravina, un magistrato che suscita imbarazzanti (ed esplicite considerazioni) da parte della Direzione Nazionale Antimafia, di 16 Senatori della Repubblica in una formale interrogazione al ministro della giustizia, denna diresione Distrettuale Antimafia di Potenza, del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Matera, di numerosi avvocati e di molti cittadini lucani.

 

2006 - 2014

LUG UND TRUG IN MAFIA-LAND

Gefälschter Lageplan, Kreisverkehr in Pomarico, Basilikata, Italien

Der oben abgebildete und gefälschte Lageplan ist ein wichtiges Dokument, als zentraler Teil der schriftlichen Baugenehmigung für den Kreisverkehr vor der Haustür.

Es gibt also keine Baugenehmigung, die rechtswirksam ist und gilt.

Der Kreisverkehr ist viel, viel näher am Haus als auf dem Lageplan dargestellt und sicherheitstechnisch mangelhaft (keine Ampeln, Warnschilder, Bürgersteig, markierte Fußgängerüberquerung/Zebrastreifen).

Er durfte in dieser Form gar nicht genehmigt werden

Außerdem gab es keine Beteiligung der betroffenen Anlieger und der Eigentümer (Familie Uricchio).

Der Lageplan ist eine amtliche Urkundenfälschung, durch betrügerische Vortäuschung falscher Tatsachen.

Kenntnis davon haben regionale Politiker in der Basilikata, Juristen, Polizisten und andere Behördenvertreter mit Dienstausweis und auch noch bewaffnet, die einfach untätig bleiben oder sogar Anzeigen gegen die Eigentümer erstatten

Es handelt sich also um einen lebensgefährlichen, illegalen Schwarzbau, den die Gemeinde von Pomarico, in der Basilicata, Italia,  gar nicht errichten durfte und der sofort abgerissen werden müsste.

Eine verbotene Zweckentfremdung und Verschwendung von Steuergeldern um kriminelle Handlungen zu begehen.

Dazu kommt der Schaden durch die rücksichtslose Verhinderung von legalen Einnahmen die wir mit dem Grundstück und das Anwesen  hätten erzielen können. Wer kümmert sich um Schadenersatz und Schmerzensgeld, wenn sogar die Richter in Matera die Augen verschließen ?

 Armes Italien ! Quo Vadis ?

 

Dal 2006 – 2014

 Ancora trucchi, reati, imbrogli, menzogne ed inganni IN MAFIA-LAND

La planimetria della Rotatoria adulterata a Pomarico, Provincia di Matera, Basilicata, Italia

Ovvero: Il piano potrebbe sembrare bello, il risultato è invece un bel disastro

.....

Guardate! La situazione reale sui luoghi è quella che abbiamo già ampiamente descritto. Descritto dettagliatamente e con acribia su questa è su un'altra pagina di questo sito (Ammodernamento Strada Provinciale

Mentre in basso vedete quello che furbamente disegnano e  vorrebero anche dare da mangiare al popolo di Internet. Un percorso stradale inesistente ! Peggio che in tutti i paesi mafiosi e dittatoriali del mondo intero.

Nota: La Strada Provinciale per Le Baracche, sulla carta, la hanno spostata, mentre la rotatoria  stessa non esiste !

 

(Le coordinate: N 40°31'41.59, E 16°31'46.09)

    

Questo avviene spesso e volentieri in casa Uricchio a Pomarico !

p.e. - ogni tanto qualche palo per l'illuminazione pubblica della strada "ammodernata" viene raso al suolo dalle autovetture in transito. 

COSÍ RISCHIANO ANCHE I CITTADINI, però il Sindaco di Pomarico, l'architetto di Pomarico e le forze dell'ordine addette alla sicurezza dicono che stà benissimo ! E un marciapiede, anche solo per motivi si sicurezza stradale, non serve ! Da un lato della "strada ammodernata" infatti non esiste proprio e dall'altro lato è fatto così !

Guardate !

Nel "Nuovo Centro" per Pomarico i marciapiedi sono addirittura così ( clicca quì !) 

Pomarico (Provincia di Matera) marciapiedi nel nuovo centro

Leggete per favore questo articolo:

Scritto il 25 Novembre 2009 dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Matera

Un incendio, improvviso e pericoloso, si è sviluppato, nella tarda serata di ieri, a bordo di un'autovettura dotato di impianto a gas, condotta, in quel momento, da un 49 enne. Il fatto si è verificato in una frazione di Pomarico (MT) - (Nota: in casa e sulla rimanenza della proprietà della famiglia Uricchio !) e l'incendio, di certo, avrebbe avuto ben più gravi conseguenze se, sul posto, non fossero intervenuti i carabinieri della locale Stazione. I militari dell'Arma, in quel momento in transito perchè impegnati nelle consuete attività di controllo del territorio, notata l'autovettura in fiamme, si sono subito avvincinati e compresa la gravità del fatto, hanno, immediatamente, utilizzato l'estintore in dotazione e spento l'incendio, prima che potesse interessare l'impianto a gas di cui era dotata l'auto. Facile intuire cosa sarebbe accaduto se i carabinieri non fossero intervenuti così celermente, atteso che il mezzo in questione, come detto, era dotato di impianto GPL. L'incidente si è così soncluso solo con danni all'autovettura e, solo grazie alla perizia dei carabinieri, senza feriti.

 

 

Quindi nel 2008: La barzelletta italiana continua: ...

Due amici discutono dopo aver dato gli esami per la patente.....
"c'è l'hai fatta?"
"No!"
"e perchè?"

All'inizio della rotatoria ho visto "20". Allora ho fatto 20 giri intorno alla rotatoria ! "Allora vuol dire che hai sbagliato a contare, babbione !"  Sei peggio del "Sindaco"  di Pomarico e dell'architetto che ha progettato questa bella rotatoria!"

 

E visto che il Sindaco di Pomarico, il nuovo babbione di turno - questa volta il "figlio di Sirmione" - comunica  che i lavori sono terminati, il poveraccio, probabilmente, non supererà mai gli esami....

I LAVORI SONO TERMINATI 

 

 

E questo è il nuovo ingresso per l'abitazione Uricchio a Pomarico (2016)

Al pericolo lamentato dalla famiglia Uricchio, il Sindaco e i suoi amici, il 2007, hanno posto rimedio con rotatoria in casa. È proprio come disse Seneca: "Graviora quaedam sunt remedia periculis." Alcune cure sono peggio che il male stesso. Vedrete che verranno comunque tutti ripagati e premiati per le loro capacità di curare il male ed essere capaci di chiedere altri fondi basati sul principio di sussidiarietà, per continuare a dare al "Comune di Pomarico" il ruolo che merita nel contribuire allo "svuotamento della zona" !

Il mafioso "SINDACO DI POMARICO", il nuovo rappresentante del sistema a delinquere,   comunica ufficialmente: I LAVORI SONO TERMINATI !

Guardate ! È proprio lui, il Sindaco italiano di Pomarico, the best in the West, con la sua fascia tricolore a tracollo. Il simbolo del suo POTERE !

 

Visto che le rotatorie a Pomarico (Provincia di Matera) Basilicata , il 2008 sono così, e visto che il famoso CTU (Consulente Tecnico d'Ufficio), su specifica denuncia di Paolo Uricchio avrebbe dovuto accertare e descrivere la situazione, cosa che apparentemente fino ad oggi non è avvenuta,, il Sig. Uricchio chiede consigli a terzi:

Gentili Signori,
 
ho appena letto sul vostro sito:
 
http://www.geocities.com/Athens/Agora/5311/CD-ROM-02/#Top,%20inizio%20pagina
 
I riferimenti normativi in Italia per la realizzazione delle rotatorie.
 
Beh ! C'è da dire che fra il dire e il fare c'è davvero proprio di mezzo il mare e che la carta in Italia sebra avere ancora più pazienza che altrove .
 
Perchè ?
 
Guardate! Queste due rotatorie sono state realizzate a Pomarico (Provincia di Matera) Basilicata, Italia - in barba a tutte le normative -  e apparentemente non se ne frega nessuno. Una delle due rotatorie a Pomarico è stata realizzata negli anni recenti, mentre l'altra, quella davanti casa Uricchio, nel 2007/2008.
 
Rotatoria 01 e 02:(Clicca sulle voci in basso !) 
 
http://de.youtube.com/watch?v=mKcwPJcS4fA
 
 
http://de.youtube.com/watch?v=Zzab6n4PqhY
 
Vi invito a segnalarle ai responsabili in Italia, perchè in Germania stiamo ridendo già in tanti !
 
Se volete saperne di più sul tema criminalità organizzata e "Pubblica Amministrazione" in Italia, siete invitati a visitare il nostro sito web.
 
www.uricchio.de
 
Grazie e distinti saluti da Monaco di Baviera, Paolo Uricchio
 

 

 

 

 

Dopo aver visto le rotatorie su Youtube il Signore ha risposto con una e-Mail:

 

Milano, 24 Settembre 2008

La ringrazio per avermi scritto in riferimento alla normativa sulle rotatorie
(l'articolo era di qualche anno fa. Ora curo il sito specifico sul progetto di strade
http://www.webstrade.it).

Mi pare che lei abbia ragione riguardo alle rotatorie lucane. Sono contradditorie (Stop e dare precedenza, mancanza di chiarezza), pericolose e  mal fatte. Ma occorrerebbe verificare sul posto le condizioni al contorno. Ed intervenire sul posto con le autorità locali. Non è nè una battaglia inutile nè impossibile, ma occorre farlo sul posto.
Questi temi sono stati denunciati anche da me, anche in televisione, ed anche se sembra che non cambi niente, una cultura nuova di sensibilità alla sicurezza, all'ambiente, al rispetto delle regole va crescendo in Italia, anche grazie al nostro lavoro (anche al suo, e di quanti denunciano questi problemi e propongono soluzioni nuove).
Ad esempio le cito questa trasmissione su Rai tre sul tema delle rotatorie (formato Windows media player. Se ha difficoltà a leggerlo le preparo una versione AVI o MJPG).
http://www.webstrade.it/stampa/Rai3-Report-15-04-07/rotatorie-small.wmv

Ho visto il suo sito, vedo la sua rabbia e la passione. Non disperi, non è tutto inutile. C'è bisogno di decine di persone come lei in Italia,  che sappiano portare avanti queste battaglie, con tenacia, capacità di comunicazione, intelligenza. Grazie per il contributo che ha dato e l'amore che manifesta per la sua terra. Nonostante tutto. Condivido la sua passione e credo che contribuisca alla crescita di questo paese. Continui.
--
Cordialmente / Sincerely
---------------------------------------------------------------------
Giuseppe Di Giampietro, arch, phd - responsabile Webstrade.it
docente a contratto di urbanistica DiAP Politecnico di Milano
via Bonardi, 3 - 20133 Milano - tel-fax-segr: 02-4474-978
mailto:digiampietro@webstrade.it - http://www.webstrade.it

---------------------------------------------------------------------

Il signore in basso è l'attuale architetto comunale del Comune di Pomarico. Questo è il signore che disegna le rotatorie ! Approvate e volute dal Sindaco di Pomarico e con la collaborazione dell'addetto alla sicurezza stradale (la famosissima capra !)

Arch. Giacomo Antonio Pignatelli


 

Dopo il settimo giorno il sindaco ammirò tutto quanto aveva creato a Pomarico e fu molto soddisfatto. Poi disse: «Qualcuno coltiverà questa terra bruciata».

Anche la rotatoria era finita.. Il sindaco di Pomarico, il nuovo Principe regionale, aveva completato la sua opera e tutto era ordinato, bello e perfetto. Era molto soddisfatto. Egli consacrò quel giorno con una bella ordinanza.

Leggete:

Comune di Pomarico, Provincia di Matera (n.d.r. Basilicata)

Ordinanza no. 15/2007, 

Premesso che sono stati ultimati i lavori ... per la canalizzazione .... all'ingresso del quartiere Aldo Moro (n.d.r. Legge 167, nuovo centro a Pomarico !)

Considerata.....

 

E una protesta civile in queste zone non è nemmeno permessa, accettata e concessa dal sindaco di Pomarico  e dai suoi amici..

Perchè tutto quello che è successo alla famiglia Uricchio e a tante altre famiglie a Pomarico, dovuto al modo di "amministrare in Basilicata" e di gestire i fondi pubblici provenienti dal principio di sussidiarietà non basta ancora. Perchè? Perchè adesso anche il Sindaco di Pomarico, Giuseppe Casolaro ,torna all'attacco nel 2007, con una nuova ordinanza e guardate e leggete cosa scrive:

 

Dopo aver autorizzato la rotatoria (nel presunto nuovo centro per Pomarico), dopo la facciata del Palazzo Marchesale a Pomarico (nel vecchio centro di Pomarico), dopo  tutti gli scempi (consolidamenti e muraglie cinesi) realizzati e i furti commessi , il Sindaco di Pomarico continua ,il 2007,  a scrivere ordinanze contro la famiglia Uricchio, e scrive:

Comune di Pomarico, Provincia di Matera

Prot. n. 4972      Ordinanza n. 18/2007

IL SINDACO, accertato che nelle immediate adiacenze del Quartiere Aldo Moro, sul foglio 5 p.lla 163, di proprietà degli eredi Uricchio, sono stati infissi sul terreno medesimo dei cartelli che arrecano disturbo visivo alle persone, nonchè deturpamento del paesaggio ed offendono il decoro urbano;ritenuto che si rende necessario provvedere alla rimozione del materiale di che trattasi al fine della tutela dell'ordine pubblico, della sicurezza dei cittadini, atteso che, i cartelli che sono stati apposti sul terreno medesimo, possono distrarre l'attenzione con conseguente pericolo, anche per la sicurezza della circolazione (Nota!: Gli automobilisti in effetti si devono concentrare sulla rotatoria, altrimenti rischiano davvero di fare 20 giri !) 

Visti gli artt. 1,5 e 6 del Testo Unico delle L.L.P.S, approvato con R.D 18/06/1931 n. 773

Visti gli artt. 1 e 8 del Regolamento Unico di esecuzione del T.U.LL.P.S, approvato con R.D. 06/05/1940, n. 635

Visto l'art. 15 della legge 01/04/1981, n. 121

Visti gli artt. 50 e 54 del D.Lgs. 18/08/2000, n. 267

                                                    

                                                ORDINA

 

1.) LA RIMOZIONE  dei cartelli, da effettuarsi entro e non oltre dieci giorni, decorrenti dalla data di notifica della presente, da parte dei proprietari del terreno, Sigg.:

CERZOSIMO Maria Luisa, nata a Montercorvino R. il 19.04.1949, residente a Pontecagnano F. il 26.10.1979

URICCHIO Antonio, nato a Augsburg il 28.01.1973, residente a Pontecagnano F. il 26.10.1979

URICCHIO Annunziata, nata a Montecorvino R. il 09.03.1974, residente a Pontecagnano F. il 26.10.1979

URICCHIO Maria, nata a Pomarico il 17.01.1947, ed ivi residente alla Via D. Ricci 40/4

URICCHIO Vito Camillo, nato a Matera il 22.06.1950 e residente in Germania (cittadino tedesco dal 27.08.1976),

URICCHIO Paolo, nato a Pomarico il 24.01.154, iscritto AIRE, Pomarico , con il seguente indirizzo: Artur-Kutscher-Platz 2/3, München (Germania)

URICCHIO Rocco, nato a Pomarico il 04.03.1957, iscritto AIRE Pomarico, con il seguente indirizzo: Am Roesslbad, n. 14, Augsburg (Germania)

URICCHIO Vittoria, nata a Pomarico il 30.04.1960, iscrita AIRE Pomarico, con il seguente indirizzo: Sankt Michael Ring, n. 19 Meitigngen (Germania)

URICCHIO Angelo, nato a Bobingen il 30.01.1967, iscritto AIRE Pomarico, con il seguente indirzzo: Keltenstrasse, n. 2 - Langweid (Germania)

Si fa espresso avvertimento che, qualora non si provveda nei tempi suddetti, si provvederà d'Ufficio, da parte del locale Comando di Polizia Municipale, con spese a carico degli inadempienti

2.) AVVERSO il presente provvedimento può essere proposto ricorso gerarchico al Prefetto di Matera, nel termine di dieci giorni dalla notifica, ai sensi dell'art. 6 T.U.LL.P.S. e comunque, il ricorso non ha effetto sospensivo.

3.) LA MANCATA inottemperanza a quanto disposto, comporterà il deferimento alla competente Autorità Giudiziaria, ai sensi dell'rt. 650 c.p.

4.) Il Comando della Polizia Municipale di Pomarico è incaricato della esecuzione del presente provvedimento.

Pomarico, li 13 Set. 2007

Timbro e firma

Il SINDACO, Giuseppe CASOLARO

 

Il nuovo Sindaco di Pomarico, fin dall'inizio della sua carica pubblica, di fatti non ha mai scherzato. (Deve comunque considerarsi un galantuomo, visto che Mancini, Raucci , Company  & Amici, da brava nuova gentaglia al potere,  hanno davvero solo rubato).

E invece di essere contento che il Sig. Uricchio e la Polizia Stradale di Matera hanno fatto notare il pericolo creato alla viabilità, e che la Polizia stessa abbia addirittura suggerito delle modifiche per la sicurezza del percorso di strada, il Sindaco risponde con un'ordinanza ed accusa Paolo Uricchio.

Leggete voi stessi: Sembra una barzelletta, però .......siamo purtroppo in Italia !

 

Comune di Pomarico, Provincia di Matera

Proto. n. 5451, Ordinanza No. 17/2005

Il Sindaco

Vista la nota n. 8668/220.5 del 28.08.2005 della Polizia di Stato di Matera e la nota n. 36054/13.12 Gab. F. 5269 del 30.08.2005 della Prefettura di Matera con le quali, a seguito di esposto del Sig. URICCHO Paolo, comunicano  necessità di rivedere le fermate pullman  di linea e trasporto urbano lungo la strada Provinciale (n.d.r. quella ammodernata !) adiacente il Q.Re. A. Moro poichè creano pericolo per la sicurezza e  circolazione stradale (n.d.r. visto che il Sindaco di Pomarico è stato sbattuto con la testa sul problema, stordito, gli è poi venuta in mente, insieme ai paesani materani e ai suoi cugini potentini,  la rotatoria italiana!)  Sentite, altresì , le numerose lamentele da parte dei genitori degli alunni che frequentano le Scuole Superiori nella Città di Matera in merito alla pericolosità della strada Provinciale, nella sopra citata zona (zona 167 !), priva di salvagente salita autobus,

Considerato che questa Amministrazione, unitamente all'amministazione Provinciale di Matera, ha attivato un progetto (la rotatoria !) per una sistemazione definitiva (i lavori sono terminati !) con canalizzazione del traffico ed isole pedonali per rallentare la velocità in detta zona, mettendola in sicurezza (!)

Vista l'Ordinanza Sindacale n. 10/99 del 7.4.1999, attualmente in vigore, che disciplina il percorso e le fermante dei pullman;

Ritenuto oportuno provvedere in merito al fine di eliminare quanto segnalato e ad eliminare i pericoli sopra citati nonchè modificare la precedente Ordinanza (..nota: e dalla !)

Sentito in merito i Responsabili dei Servizi Tecnici (Pignatelli !) e di Vigilanza (La Capra - Michele Tudisco !) che hanno espresso parere favorevole,

Visto il Nuovo Codice della Strada e relativo Regolamento di Esecuzione;

Visto il Decreto Legislativo n. 267 del 18.8.200; (?)

ORDINA

Con decorrenza immediata, in via del tutto eccezionale, in fase sperimentale ed a parziale modifica della precedente Ordinanza:

1.) Vietare la fermata e la sosta dei pullman lungo la Strada Provinciale nelle adiacenze dell'entrata ed uscita del Q.re. A. Moro.

2.) Disporre che le fermate dei pullman vengano così modificate:

a.) Direzione di marcia centro abitato - Matera:

devono entrare nel Q.re. A. Moro, effettuare la fermata per gli utenti dove si trova un adeguato marciapiede, senza intralciare la circolazione, ed uscire dallo stesso Quartiere per poi proseguire in direzione Matera;

b.) direzione di marcia Matera - centro abitato:

devono eseguire la fermata per gli utenti nella zona, attualmente delimitata con zebratura in prossimità degli accessi (entrata-uscita) del Q.re. A. Moro, sufficientemente idonea a non intralciare la circolazione dei veicoli in transito sulla strada provinciale per poi proseguire in direzione centro abitato Pomarico.

L'ufficio Polizia Municipale e l'ufficio Tecnico, ognuno per quanto di competenza, sono incaricati di apporre la relativa segnaletica (n.d.r. mamma mia !)

Notificare copia alle Ditte Liscio e Grassani. 

Gli Agenti della F.P. sono incaricati dell'osservanza della presente ordinanza.

Dalla Residenza Municipale, lì 15. Set. 2005 

Il Sindaco Giuseppe Casolaro (firma !)

Timbro: Comune di Pomarico (Provincia di Matera)

 

 

 

 

 

Ripetiamo anche su questa pagina: L'unica nostra colpa è quella di aver acquistato una proprietà in Italia, a Pomarico, in Basilicata, in Provincia di Matera.

Abbiamo dovuto scoprire i veri, nuovi, ladri, criminali e mafiosi che adesso si chiamano "Sindaco e Pubblica Amministrazione".

Volete rischiare anche voi ? Volete davvero ritornare in queste zone ? Con questo sito vi stiamo solo aiutando a riflettere ! Vi aspettano solo ladri invidiosi e cani affamati, che cercheranno a tutti i costi di rubarvi anche quello che gli portate dall'estero.

 

 

Ciononostante, a Settembre del 2015 viene chiesto dall'ufficio tecnico-mafioso del Comune di Pomarico una piantina del piano urbanistico circa l'utilizzo del suolo nella zona 167 a Pomarico e un estratto dall'ufficio Provinciale di Matera - Territorio Servizi Catastali, con il Direttore: Ing. Nicola Fulvio PANETTA

E GUARDATE !! Miracolo italiano 2015 ? Oppure solo una dimostrazione di come i nuovi padroni e padrini gestiscono il territorio ?

La rotatoria e la strada Provinciale ammodernata non esistono !

 

PROSEGUIREMO QUESTA PAGINA CON

GLI ALTRI BENEFICIARI E COMPLICI ESECUTORI CHE OPERANO NEL SILENZIO  ...

Beneficiari

Esecutori

Amici

Ecc.

 

Tutta la storia di questa tragedia, in un prologo tre atti e un epilogo,  dovuto alla decisione della famiglia  URICCHIO di acquistare una proprietà a POMARICO (Provincia di MATERA), Meridione d'ITALIA, per voler ritornare nel paese NATIVO sul sito

WEB    http://www.uricchio.de

 

Kategorien / Categorie

Tags:   Rotatoria, rotonda, Italia, Pomarico, Basilicata, Zona 167, ingresso abitazione privata, pericolo

Top-Tags: Italien, Kreisverkehr, Italy roundabouts, roundabouts, land of confusion

 

QUESTA PAGINA È IN ALLESTIMENTO !