Prestare servizio militare costituisce un massimo atto di patriotismo, essere stato decorato per meriti di guerra lo ancora di pi. Invitiamo tutti gli italiani a riflettere sul loro impegno eroico per la "PATRIA", perch , non necessariamente lo Stato si dimostra riconoscente in tale caso. Nel caso della numerosa famiglia Uricchio e del suo capo famiglia, non solo non ha potuto oppure voluto essere previdente per corrispondere agli obblighi costituzionali, constringendolo all'emigrazione con la sua intera famiglia, anzi , questo veniva poi derubato dallo stesso Stato del suo bene guadagnato con il lavoro  in Germania e  messo con azioni meschine economicamente in ginocchio. E con la strada "ammodernata" in modo fuorilegge, fuori norma e pericolosa  -  in casa sua !  - diventato vittima di un "incidente" ! Ahi, Stato Italiano ! Ingrato,  ladruccolo e mafioso.